I RITI


RITO della CANDELA o RITO della LUCE

 

Il rito si svolge in due momenti.

All’inizio della cerimonia gli sposi (o anche i loro genitori), accendono due candele (solitamente strette e lunghe)

che resteranno accese per tutto il tempo ai lati di una candela più grande.

Dopo lo scambio degli anelli, gli sposi prendono in mano la loro candela, simbolo della propria personalità,

ed insieme accendono quella più grande che, da allora, inizierà ad ardere come simbolo di nuova vita.

A discrezione degli sposi, si potranno lasciare accese le due candele più piccole, simboleggiando la propria individualità che si affianca alla coppia oppure spegnerle, simboleggiando il passaggio dal vecchio nucleo familiare, alla nuova vita.


RITO della SABBIA

 

L’amore è la forza eterna della vita

L’amore è la forza che vi permette di affrontare la paura e l’incertezza con coraggio.

L’unione del vostro matrimonio suggelli il vostro amore e la vostra famiglia. 

(opzionale: I vostri figli (nome dei figli) sono la fonte della vostra vita.

Con loro ed insieme a loro per sempre, oggi con questo rito suggellerete la vostra bellissima famiglia.)

L’amore che vi unisce, anche nei momenti meno felici, dovrà darvi la forza per superare il tutto.

L’amore e il rispetto reciproco vi aiuteranno in questo lungo cammino.

Dopo questo prima fase, si procede con la cerimonia

Ora, (il nome della sposa) versa la tua metà della sabbia.

(il nome dello sposo) versa la tua metà della sabbia,

(opzionale: (il nome dei figli) versate insieme la vostra sabbia.)

E adesso:

(nome dello sposo e della sposa) insieme, mano nella mano, versate la restante sabbia suggellando la vostra famiglia con il vostro amore. 

Guardando la sabbia che si mescola e i colori che si uniscono vediamo il vero significato della famiglia:

(descrivere il significato dei colori che sono utilizzati, ad esempio: Rosa = Passione e vitalità nell’amore; Azzurro = Tranquillità e spiritualità) 

Come questi granelli di sabbia che non si separeranno mai più, anche la vostra famiglia resterà per sempre unita.


RITO dell'ALBERO degli AMICI

 

Esistono persone nelle nostre vite che ci rendono felici

per il  semplice caso di avere incrociato il nostro cammino.

Alcuni percorrono il cammino al nostro fianco,

vedendo molte lune passare, 

gli altri li vediamo appena tra un passo e l'altro.

Tutti li chiamiamo amici e ce sono di molti tipi.

Talvolta ciascuna foglia di un albero rappresenta uno

dei nostri amici.

Il primo che nasce è il nostro amico Papà e la nostra

amica Mamma,

che ci mostrano cosa è la vita.

Dopo vengono gli amici Fratelli, con i quali dividiamo il

nostro spazio affinché possano fiorire come noi.

Conosciamo tutta la famiglia delle foglie che

rispettiamo e a cui auguriamo ogni bene.

Ma il destino ci presenta ad altri amici che non

sapevamo avrebbero incrociato il nostro cammino. Molti di loro

li chiamiamo amici dell'anima, del cuore.

Sono sinceri, sono veri. Sanno quando non stiamo bene,

sanno cosa ci fa felici. E alle volte uno di questi amici dell'anima

si infila nel nostro cuore e allora lo chiamiamo innamorato.

Egli da luce ai nostri occhi, musica alle nostre labbra,

 salti ai nostri piedi.

Ma ci sono anche quegli amici di passaggio, talvolta una

vacanza o un giorno o un'ora. Essi collocano un

sorriso nel nostro viso per tutto il tempo che stiamo con loro.

Non possiamo dimenticare gli amici distanti, quelli

che stanno nelle punte dei rami e che quando il vento

soffia appaiono sempre tra una foglia e l'altra.

Il tempo passa, l'estate se ne va, l'autunno si

avvicina e perdiamo alcune delle nostre foglie, alcune nascono

l'estate dopo, e altre permangono per molte stagioni.

Ma quello che ci lascia felici è che le foglie che

sono cadute continuano a vivere con noi, alimentando le nostre

radici con allegria.

Sono ricordi di momenti meravigliosi di quando

incrociarono il  nostro cammino. 

Ti auguro, foglia del mio albero, pace

amore,  fortuna e prosperità.

Oggi e sempre semplicemente perché ogni persona che

passa nella nostra vita è unica.

Sempre lascia un poco di se e prende un poco di noi.

Ci saranno quelli che prendono molto,

ma non ci sarà chi non lascia niente.

Questa è la maggior responsabilità della nostra vita e

la prova evidente che due anime non si incontrano 

per caso.

 


RITO dell'HANDFASTING

 

Il rito dell’Handfasting prevede la legatura delle mani degli sposi a simboleggiare la loro unione:

secondo la tradizione, tale legame unisce anche l’anima degli amati e non stipula solamente un contratto giuridico.

Per attuare questo rito dovete procurarvi una fascia decorata o un insieme di tre nastri intrecciati,

che rappresentino sia le vostre famiglie d’origine, sia la nuova famiglia che state per costituire.

I colori possono ovviamente essere abbinati a quelli scelti per gli allestimenti di nozze,

per esempio possono riprendere le tonalità del vostro bouquet di fiori.


RITO della ROSA

 

Per realizzare il rito della rosa, avrete bisogno di due rose rosse e di un vaso, da collocare sull’altare.

Questo fiore è fin dall’antichità un potente simbolo d’amore:

si tratta dell’elemento perfetto per essere scambiato come primo regalo tra marito e moglie,

appena dopo aver pronunciato le frasi per la promessa di matrimonio.

Quello che dovrete fare, sarà donarvi reciprocamente le rose e, una volta in casa, scegliere un luogo dove farle seccare e conservarle.

La promessa che vi dovrete fare sarà poi quella di rinnovare tale regalo a ogni anniversario, riempiendo il vaso di nuove rose.